Not without my memories

"A diary with pages of the past, a carefully wrapped family photograph, a bycicle that has seen better days. What do the people take when conflict pushes them out of their homes?"

un articolo di Nirupama Subramanian, oggi su The Sunday Express Magazine

Perché oggi, nel nostro Occidente climatizzato (estate e inverno) e disinfestato, nel nostro uovo asettico dove tutto passa attraverso uno smartphone - persino le guerre - non possiamo neanche immaginare cosa si nasconde dietro un profugo con la valigia, che arriva a piedi, o su un barcone, che ha addosso la puzza della morte e ha lasciato marcire la sua vita di là dal muro, un qualsiasi muro, quelli che siamo così bravi a costruire.
Ad altre latitudini, altri conflitti, altri muri, morti, attentati e dimenticanze.


Post più popolari