lupo


quando avevi sentito
l'ululato del lupo -
tra le nuvole arboree e la luna ammuffita -
eri rimasta disorientata

ingufita

per l'ampiezza radiosa
delle sue orecchie.

Perché era stato il lupo
ad aver udito -
a placche luminose di distanza -
il tuo respiro,
malfermo,
piccolo
fottuto
imperfetto.

(A tutti gli amici lupi massacrati inutilmente dalla bieca ignoranza umana.
Io qui mi inginocchio e vi chiedo perdono).   

Post popolari in questo blog

Buddha on a rickshaw

viaggiare

Libritudine