Andar per genti

Bandra East - Foto di Clara Nubile

"Le note di viaggio che aveva preso erano probabilmente perdute - insieme a tutti i suoi beni - in India, al largo di Honavar, quando la sua nave era stata assalita dagli infedeli: poco importa, la sua memoria compensava. Alle corti dei sovrani in Oriente, nei rigogliosi giardini di al-Andalus, sotto il cielo stellato nell'Oceano indiano, all'ombra di un'oasi nel deserto del Niger... quanti pensieri, quanti ricordi, quante genti e luoghi da raccontare!"

(da "Andar per genti", di Claudia M. Tresso. Introduzione a I viaggi di Ibn Battuta, Einaudi, 2008).
Claudia M. Tresso, oltre a curare questa edizione de I Viaggi, ne ha fatto anche la monumentale traduzione.)  

Post popolari in questo blog

Buddha on a rickshaw

viaggiare

Libritudine