Peach

c'era una campagna, e una ragazza che mangiava le pesche tutte le mattine, le prendeva direttamente dall'albero, le staccava e poi col coltello le affettava. Quella ragazza era un po' come l'estate, e di maggio diventava florida a furia di mangiare le pesche.
E la ragazza delle pesche un giorno incontrò un grande amore, un amore fatto di piccoli gesti e quotidianità, niente di eroico, ma tutto molto vero, e ora questa ragazza è invecchiata, ma quell'amore è. Così potente e luminoso che niente e nessuno. Niente e nessuno. Niente, nessuno. Niente. 
(e io che da quell'amore sono nata, me ne sono messo un po' nella valigia di quello scintillio di luce).  

Post più popolari